Facciamo chiarezza sulla formazione dell’RSPP

differenza fra i moduli rspp

Il Testo Unico per la Sicurezza sul lavoro delibera che in ogni azienda la sicurezza del lavoratore venga garantita dalla figura del Responsabile del servizio prevenzione e protezione – RSPP. L’articolo 2 del decreto legislativo 81/08, inoltre, stabilisce che l’RSPP abbia precisi requisiti e che lavori a contatto diretto con il datore di lavoro. La figura dell’RSPP non va confusa con quella dell’RLS, Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza che viene eletto direttamente dai lavoratori e rappresenta questi ultimi con il datore di lavoro, riportando le loro richieste per il miglioramento delle condizioni di sicurezza.

Come già sottolineato il compito dell’RSPP è disciplinato dall’art. 32 del D. Lgs. 81/08, comma 2, che rimanda agli Accordi Stato Regioni. Il successivo e, ad oggi, definitivo Accordo fu approvato il 7 luglio 2016.

Requisiti e titoli di studio dell’RSPP

Per ricoprire il ruolo di RSPP si deve essere in possesso, requisito minimo, di un diploma di scuola superiore e di un attestato di frequenza sufficiente solo dopo una verifica del livello di apprendimento e la frequenza di corsi di formazione in materia di sicurezza e di rischi sul posto di lavoro.

Forse ti potrebbe interessare anche: Quali sono le sanzioni per il mancato Aggiornamento RSPP?

Secondo l’articolo 32 del d.lgs. n. 81/2008 si può ricoprire il ruolo di RSPP se si è in possesso delle seguenti classi di laurea:

  • Laurea Magistrale conseguita in una delle seguenti classi: LM-4, da LM-20 a LM 25, da LM 27 a LM-35
  • Laurea Specialistica conseguita nelle seguenti classi: 4/S, da 25/S a 38/S
  • Laurea conseguita nella classe L/SNT 4
  • Diploma di laurea del vecchio ordinamento di Ingegneria ed Architettura

Il possesso di uno dei titoli sopra elencati esonera dalla frequenza dei moduli A-B-C dei corsi di formazione previsti, di norma, per ricoprire il ruolo di RSPP.

Formazione e aggiornamento

Come stabilisce l’Accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19/08/2016, il percorso formativo del’RSPP si compone dei seguenti moduli:

  • MODULO A (per Addetti e Responsabili del SPP)
  • MODULO B (per Addetti e Responsabili del SPP)
  • MODULO C (solo per Responsabili del SPP)

I docenti dei corsi di formazione RSPP devono essere in possesso dei requisiti previsti dal decreto legge 06/03/2013. Come stabilito dall’Accordo Stato Regioni alla fine del corso è prevista una prova finale alla quale viene ammesso solo chi ha frequentato il 90% del monte di ore complessive previsto per ciascun modulo.

Aggiornamento

Il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.  stabilisce l’obbligo di aggiornamento ogni 5 anni dalla entrata in vigore del D.Lgs. 81/2008 del 15 maggio 2008 o dal conseguimento della laurea se successiva al 15 maggio 2008.

L’aggiornamento previsto per l’RSPP è di 40 ore e può essere effettuato anche in modalità e-learning.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.