Rivoluzione digitale nelle scuole e uso didattico del tablet

formazione docenti

Europa e digitalizzazione scolastica, nel 2020 la strategia politica europea pone particolare attenzione al tema della informatizzazione scolastica e all’uso delle nuove tecnologie per rivoluzionare il sistema scolastico e portare ad una completa digitalizzazione delle scuole di ogni grado. Per raggiungere questo scopo l’Italia ha promosso diversi interventi nel “Piano Nazionale Scuola Digitale” (PNSD) : “Cl@ssi 2.0”, “Scuol@ 2.0”, “Azione LIM”, e “Editoria digitale scolastica(MIUR 2015). Persino a livello regionale sono stati promossi diversi progetti per favorire la rivoluzione digitale nelle scuole.

Ad oggi i docenti italiani risultano terzi nella classifica europea per la necessita di formazione informatica, gli studenti italiani sono ventitreesimi in Europa per competenze informatiche.
I numeri parlano chiaro, nonostante progetti e investimenti, la scuola italiana ha molte lacune ed è molto indietro nel processo di digitalizzazione.

Uso del tablet nella didattica

L’innovazione tecnologica impone l’utilizzo didattico di dispositivi informatici, tra questi è fondamentale l’uso del tablet.
In commercio esistono diversi modelli di tablet con diversi sistemi operativi ma con uguali effetti innovativi sul modo di fare didattica. Tra i vantaggi ricordiamo che sono leggeri ma possono contenere molti testi e che possono disporre di programmi gratuiti di scrittura e disegno.

L’uso del tablet a scuola consente inoltre ai docenti (corso tablet per docenti) di avere costante accesso al web, svolgere immediate ricerche, consente di avere libri e appunti su schermo durante la lezione, riducendo tempi e spazi, e consente di condividere ricerche e note in tempo reale.
Oggi le pagelle vengono gestite online cosi come le comunicazioni tra docenti. Infine, per anni, i genitori si sono lamentati del peso dei libri che i ragazzi erano costretti a portare nello zaino.

Considerando l’utilità e la nuova organizzazione scolastica perché allora, ad oggi, in Italia, non tutte le scuole utilizzano il tablet?

Il dipartimento dell’istruzione Usa ha dimostrato, con uno studio, che l’uso del tablet permette agli studenti di apprendere più velocemente aumentando il rendimento. Inoltre il costo di un tablet è inferiore al prezzo di tutti i libri e della cancelleria che, negli anni, gli studenti sono costretti a comprare. Le opinioni si dividono tra chi ritiene indispensabile l’uso dei tablet nelle scuole e chi invece lo demonizza.
Ma una sola cosa è certa: l’Italia deve adeguarsi al resto d’Europa, gli studenti Italiani devono essere messi nelle stesse condizioni degli studenti degli altri paesi europei per avere le stesse opportunità professionali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.