La formazione in videoconferenza è valida durante l’emergenza del coronavirus?

coronavirus

Con l’emergenza Coronavirus che l’Italia sta vivendo, purtroppo, da più di mese, anche la formazione in aula ha subito una battuta d’arresto.

Le disposizioni del Governo sono state da subito molto chiare: divieto di assembramento, divieto di stare in più persone in una stessa stanza, mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro ecc…

Per fortuna però, in questo momento, la tecnologia ci viene in aiuto: con la videoconferenza è possibile infatti riprodurre un’aula in forma virtuale, con tutti i vantaggi che questa comporta, in termini di interazione col docente, partecipazione attiva, ecc…

Docente e discenti sono collegati contemporaneamente attraverso piattaforme dedicate e possono vedersi e interagire, proprio come durante una lezione di presenza. Dal mese di marzo, vista l’emergenza in atto, moltissimi enti di formazione, enti pubblici, fondi interprofessionali e tutti gli organismi che si occupano, a vario titolo, di formazione, hanno disposto la conversione dei corsi programmati in aula con la videoconferenza.

Ciò per assicurare la continuità dell’attività formativa e scongiurare uno stop totale dei corsi. Chiaramente è prevista la videoconferenza solo per quei corsi interamente teorici o, nel caso di corsi con parte teorica e parte pratica, la videoconferenza assolve esclusivamente la parte di teoria, restando la parte pratica sospesa fino a quando non sarà possibile espletarla.

Ti potrebbero interessare i nostri corsi in videoconferenza: Corsi sicurezza nei luoghi di lavoro

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.