Articoli

videoconferenza elearning

Sempre più diffusi, i corsi di formazione online sono fruibili con modalità diverse, per questo è bene conoscere la differenza tra e-learning e videoconferenza e capire i vantaggi dell’uno rispetto all’altro

La formazione a distanza è ormai una realtà consolidata, molto apprezzata dagli utenti e decisamente preferita ai classici corsi in aula, visti gli indubbi vantaggi offerti. Con l’evoluzione della tecnologia, poi, i corsi di formazione Online sono oggi fruibili in diverse modalità, delle quali l’e-learning e la videoconferenza sono le più diffuse. Ma qual è la differenza tra corsi in e-learning e in videoconferenza? Quali le caratteristiche e i benefici dell’uno rispetto all’altro?

Come capire se è preferibile seguire un corso in e-learning anziché uno in videoconferenza?

Corsi in e-learning e in videoconferenza: le differenze

I corsi in e-learning e in videoconferenza sono molto diversi tra loro, sebbene si tratti in entrambi i casi di formazione online.

Nello specifico, i corsi in videoconferenza altro non sono che una trasposizione virtuale dei classici corsi in aula, poiché si segue una lezione in un giorno e in un orario prestabilito (e in maniera sincronica) collegandosi con webcam e microfono.

In questa tipologia di corsi, dunque, l’interazione tra docente e allievi sussiste, poiché è prevista la possibilità d’intervenire durante la lezione per porre domande o richiedere chiarimenti.

Trattandosi di formazione online, i corsi in videoconferenza sono poi fruibili dovunque e permettono al docente di registrare la presenza degli allievi e d’impedire interferenze esterne, visto che l’accesso è consentito solitamente tramite un link riservato.

Di contro, però, le lezioni in videoconferenza pongono anche dei limiti, come ad esempio il fatto che una loro corretta fruizione richiede la disponibilità non solo di una connessione stabile e di buona qualità ma anche di strumenti che assicurino audio e visione perfetta.

Inoltre, per seguire un corso in videoconferenza è necessario dare disponibilità in un giorno e in un orario specifico, cosa che potrebbe interferire con altri impegni, non permettendo così agli allievi di partecipare alla lezione.

Passando ai corsi in e-learning è possibile individuare molti punti di forza.

Tra i principali vantaggi delle lezioni e-learning c’è innanzitutto l’autonomia dell’utente, ovvero la possibilità di poter gestire e modulare il percorso di formazione sulle proprie specifiche esigenze. Un corso e-learning, infatti, può essere seguito in ogni momento, le lezioni possono essere visionate più volte ed è possibile modularne il ritmo sulla propria velocità di apprendimento.

Inoltre i contenuti in e-learning sono personalizzabili, così da realizzare un percorso formativo su misura, senza tralasciare che sono sempre aggiornati e mai obsoleti. L’apprendimento in e-learning è poi estremamente coinvolgente, grazie agli strumenti interattivi (come video e animazioni) che è possibile implementare, e permette un monitoraggio costante sia dei progressi che delle difficoltà riscontrate dall’allievo.

E’ vero che nei corsi in e-learning non è prevista l’interazione docente-allievo e allievo-allievo, ma si tratta di un limite che attiene essenzialmente alla sfera sociale e non a quella prettamente didattica.

Inoltre non bisogna dimenticare che la maggior parte dei percorsi formativi in e-learning permette oggi la comunicazione tra gli studenti grazie a strumenti come chat e forum dove è possibile confrontarsi, scambiarsi idee e risolvere eventuali dubbi, facendo in sostanza “networking”.

Corsi in videoconferenza e in e-learning: quale scegliere?

La scelta tra corso in e-learning e in videoconfernza deve innanzitutto tenere conto delle esigenze formative del singolo, anche se i vantaggi dell’e-learning sono maggiori, specialmente in termini di flessibilità e adattabilità.

Per l’immediato futuro, una soluzione potrebbe venire dall’integrazione della videoconferenza nei percorsi di e-learning, così da favorire e potenziare, anche per questa tipologia di formazione online, l’interazione tra i partecipanti.

 

corso perito del tribunale

I professionisti che intendono svolgere consulenze tecniche, sia in ambito giudiziale che stragiudiziale, necessitano di adeguata formazione, nel rispetto della normativa vigente e alla luce delle recenti disposizioni in tema di processo telematico.
A questo riguardo, i corsi di formazione per CTU si rivolgono a tutti coloro che desiderano approfondire il complesso delle nozioni specialistiche per accedere all’attività di consulente tecnico o migliorare le proprie competenze.

La figura del consulente tecnico

Nell’ambito di quei settori in cui si richiedono particolari cognizioni di natura tecnica e non giuridica, il giudice si avvale della collaborazione di uno più consulenti tecnici, iscritti in appositi albi speciali. I consulenti designati sono chiamati a rispondere ai diversi quesiti posti dal giudice attraverso la predisposizione di relazioni e perizie, nonché con chiarimenti verbali riferiti in sede di udienza. Compito principale del consulente tecnico d’ufficio è quello di fornire giudizi e valutazioni di natura tecnica per consentire al giudice di adottare pronunce giudiziali improntate all’equità e alla giustizia.

Considerata la complicata attività del consulente tecnico d’ufficio, a partire dal conferimento dell’incarico, per giungere al deposito della relazione, del supplemento di perizia e fino ai profili di responsabilità, la necessità di un’adeguata formazione si rivela imprescindibile.
L’offerta dei corsi online, aggiornati e specifici per CTU, offre una panoramica esaustiva e dettagliata su ogni fase che concerne l’attività del professionista chiamato ad affiancare il giudice nel processo civile o penale, oltre che in ambito extragiudiziale.

I corsi online attualmente fruibili prevedono anche approfondite trattazioni in tema di processo telematico, tenuto conto della disciplina giuridica attualmente in vigore, dei necessari adempimenti e dei depositi da trasmettere con firma digitale.

obiettivi corso ctu

Quali obiettivi si prefiggono i corsi per CTU?

I corsi per CTU sono fruibili anche online, questo tipo di formazione si contraddistingue per l’ampia flessibilità, per venire incontro alle esigenze organizzative di quanti sono impegnati per ragioni personali e/o lavorative.
I corsi sono impostati in modo da fornire tutte le conoscenze e competenze necessarie per ottenere l’iscrizione all’albo dei CTU e ricoprire l’incarico di consulente tecnico.

Ogni corsista aspirante CTU potrà acquisire la metodologia, le nozioni teoriche, conoscere i doveri e le responsabilità del consulente, strutturare e redigere le relazioni di consulenza nel processo civile, penale e in ambito extragiudiziale.
I temi trattati, più nello specifico, includono: l’assunzione dell’incarico, il giuramento, lo svolgimento delle operazioni peritali in contraddittorio con le parti in causa, la risposta alle richieste di supplemento del giudice, i profili relativi al compenso determinato con decreto e ogni indicazione per esercitare la professione di consulente ad ampio raggio.

La lezioni impartite avranno lo scopo di fornire una completa preparazione anche di natura deontologica, nonché sulle modalità comportamentali che il consulente tecnico sarà tenuto ad adottare prima, durante e alla fine delle operazioni peritali.
Si precisa che la partecipazione al corso è valevole ai fini della formazione permanente. I corsisti possono così espletare l’obbligo che i Tribunali prescrivono per ottenere la rituale iscrizione e la permanenza nell’albo professionale dei consulenti tecnici.
I corsi, infine, si propongono di offrire formazione, sia da un punto di vista tecnico che sotto un profilo più pratico, considerando il nuovo assetto normativo sul processo telematico.
Durante le lezioni verranno considerati gli aspetti che riguardano la trasmissione telematica degli elaborati, nei termini e con le modalità previsti dalla legge, la firma digitale, l’utilizzo del redattore atti e altri strumenti informatici annessi.
E ancora, creazione della busta telematica secondo i limiti di formato ammessi, importazione della pratica dal Polisweb, esito dei controlli automatici, predisposizione delle copie di cortesia e cause che determinano la nullità della trasmissione sono ulteriori argomenti che verranno studiati durante le lezioni online.

Modalità di svolgimento dei corsi

I corsi on line, cioè in modalità e-learning, alternano lezioni audio-video a differenti attività interattive, per consentire un apprendimento facilitato, da seguire come e quando si vuole, basta che si disponga di una connessione ad internet. La partecipazione richiede l’uso di computer, tablet o smartphone.

ll corsista potrà personalizzare il proprio percorso di studio in base alle specifiche esigenze e tenuto conto del tempo libero disponibile. Durante lo svolgimento del corso il partecipante potrà selezionare il materiale didattico che viene messo a disposizione e scegliere ora e giorno in cui accedere alle lezioni multimediali.
Durante la fruizione del corso i partecipanti potranno anche verificare il livello di formazione raggiunto e, all’occorrenza, rivedere le lezioni passate, effettuare ripassi oppure scaricare il materiale per un maggiore approfondimento.

I partecipanti potranno anche contare sul supporto professionale di un docente abilitato, che potrà essere contattato in qualsiasi momento, al fine di ottenere i necessari chiarimenti e delucidazioni su temi di particolare complessità o rimasti poco chiari.
Alla conclusione del corso verrà rilasciato l’attestato di partecipazione riconosciuto per finalità curricolari. L’attestato verrà inoltrato a mezzo posta elettronica.

perito del tribunale

A quali soggetti si rivolge il corso di formazione per consulente tecnico?

I corsi online di formazione si rivolgono ai professionisti che vantano regolare iscrizione in albi professionali quali: ingegneri, commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, architetti, psicologi, geologi, medici, agronomi, geometri, biologi periti, fisici ecc… che desiderano accedere alla professione di consulente tecnico.
La formazione è anche destinata a tutti quei professionisti che non hanno un ordine professionale, come gli esperti in acustica ambientale o in rilievi fonometrici, che desiderano intraprendere l’attività di consulente tecnico.

La partecipazione ai corsi è naturalmente riservata anche a chi è già consulente tecnico, iscritto o meno all’albo, che intende approfondire gli aspetti e le attività inerenti alla professione, anche allo scopo di valorizzare il proprio curriculum vitae.