Articoli

Che durata ha l’aggiornamento RSPP datore di lavoro?

rspp datore di lavoro

Il corso di aggiornamento di RSPP Datore di Lavoro può essere frequentato anche online su siti certificati, e la sua durata varia a seconda del livello di rischio dell’azienda.

RSPP Rischio Basso

Il rischio Basso comprende le aziende che praticano commercio all’ingrosso e al dettaglio, carrozzerie, panifici, pasticcerie, alberghi, ristoranti, lavori nel settore immobiliare, informatica e lavori domestici. Per questi lavori il fattore di rischio è basso e il corso di aggiornamento RSPP ha durata 6 ore, con rilascio di un certificato alla fine del corso.

RSPP Rischio Medio

Il rischio Medio comprende le aziende nel settore dell’agricoltura, pesca, nel settore dei trasporti, la logistica di magazzino, la pubblica amministrazione e l’istruzione. Per queste categorie il fattore di rischio è medio e il corso di aggiornamento RSPP dura 10 ore.

RSPP Rischio Alto

Il rischio Alto comprende le aziende del settore alimentare, le estrazioni minerarie, il tessile, la lavorazione dei metalli, fabbricazione di macchine e apparecchiature meccaniche, impianti elettrici, smaltimento rifiuti e altri settori. Per queste aziende con rischio Alto la durata del corso di aggiornamento obbligatorio è 14 ore.

Ricordiamo che la partecipazione al corso di aggiornamento RSPP è obbligatorio.

Corso RSPP cos’è?

corso rspp cos'è

Nel mondo del lavoro, in qualsiasi settore si operi, la sicurezza è fondamentale. Non è solo un diritto del lavoratore quello di poter svolgere le proprie mansioni in totale sicurezza, ma è anche preciso dovere del datore di lavoro fornire tutti gli strumenti per ridurre al minimo l’elemento di rischio nella sua azienda. Nelle aziende è quindi fondamentale la presenza dell’RSPP, che svolge la funzione di gestione del servizio di protezione. In poche parole, è la figura che collega il datore di lavoro e i dipendenti per quanto riguarda il rispetto dei protocolli di sicurezza.

Si fa riferimento all’RSPP per ogni problema di sicurezza in azienda (da parte dei lavoratori), e quest’ultimo ha il dovere di segnalare al datore di lavoro le irregolarità o le situazioni di pericolo, in modo da poterle risolvere in poco tempo nel migliore dei modi.

rspp datore di lavoro

Appare quindi evidente che questo ruolo è fondamentale in ogni ambiente lavorativo, perché l’incaricato deve garantire a tutti i dipendenti la certezza di poter lavorare nell’ambiente più sicuro, e rispondere di ogni aspetto della sicurezza con il datore di lavoro.

La nomina dell’RSPP è uno dei doveri di qualsiasi datore di lavoro, e le normative distinguono tre possibili figure di RSPP all’interno dell’azienda

  • RSPP Interno
  • RSPP Esterno
  • RSPP nella figura del datore di lavoro

Si identifica come RSPP Interno un lavoratore che possiede i requisiti di legge e che viene nominato Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Viene identificato come RSPP Esterno una figura (solitamente un libero professionista, come un ingegnere, o un perito, un architetto o un geometra), che svolge questo ruolo per un’azienda che lo paga. Infine, in alcune circostanze particolari, è possibile che il datore di lavoro stesso possa svolgere anche il ruolo di responsabile delle sicurezza (solitamente in aziende con un numero basso di dipendenti).

Quali sono i requisiti minimi per poter svolgere questa delicatissima mansione all’interno dell’azienda?

  • Diploma di scuola secondaria (requisito minimo);
  • In alternativa, poter provare di avere almeno 6 mesi di esperienza nel ruolo entro il 13 agosto 2003;
  • Attestato di frequenza di un corso di formazione per RSPP da rinnovare ogni 5 anni.

responsabile del servizio di prevenzione e protezione

Il corso di formazione per RSPP è fondamentale per dare a questa figura tutte le nozioni base in materia di sicurezza e diritti e per poter svolgere nel modo migliore questa delicata mansione.

Il corso, obbligatorio, è composto da tre moduli distinti (A,B,C), che trattano diversi argomenti.

  • Il modulo A dura 28 ore, ed è l’introduzione ai moduli successivi.
  • Il modulo B dura 48 ore, ed è quello dedicato alla formazione specifica per il proprio settore. In base al settore in cui si lavora sono previste delle ore di formazione aggiuntiva.
  • Il modulo C dura 24 ore e si occupa dei rischi psicosociali, ergonomici e organizzativi.

Una volta portato a termine il corso è previsto un esame finale, e l’obbligo di frequentare un corso di aggiornamento ogni 5 anni della durata di 40 ore.

Il corso di RSPP è quindi l’unico modo previsto dalla legge per dare a una persona le nozioni fondamentali per potersi prendere cura della sicurezza di ogni collega. Non è una spesa, ma un investimento per avere un ambiente di lavoro più sicuro e produttivo.

Come Effettuare un corso di Aggiornamento RSPP

aggiornamento rspp come fare

Molti sono coloro che ignorano l’importanza della figura dell’RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) nel mondo del lavoro, obbligatoria in qualunque azienda in cui siano presenti lavoratori o categorie simili, come ad esempio tirocinanti, stagisti e apprendisti.

In quanto categoria professionale necessaria al funzionamento e alla salute dell’ambito lavorativo, stando alle ultime modifiche al Testo Unico della Sicurezza (D.lgs. 81/08), anche gli RSPP sono tenuti a seguire un corso di aggiornamento.

La necessità di un corso di aggiornamento RSPP, che dovrà durare 40 ore, viene dalle novità inserite nell’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016, col quale si definiscono durata e contenuti della formazione.

In particolare, il corso si propone di aggiornare gli RSPP su tutte le nuove norme varate dal governo e i regolamenti applicati dalle regioni.

Obiettivi Professionali

Il corso di aggiornamento RSPP 40 ore, che si rivela pertanto obbligatorio e necessario per tutti i settori, si pone come guida per tutti coloro che svolgono incarichi come Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione: il corso si pone come obiettivo di fornire i mezzi ai professionisti che continuare a svolgere il proprio lavoro anche alla luce delle nuove normative.

In sostanza, spiega a chi è già veterano del settore, cosa c’è di nuovo, di quali leggi bisogna preoccuparsi e quali invece sono state modificate, abrogate o sostituite.

Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Obiettivi Formativi

Il corso di aggiornamento per RSPP ha lo scopo di rinfrescare, per così dire, le nozioni apprese durante gli anni, alla luce delle nuove normative, dunque di aggiornare i professionisti del settore in materia di prevenzione e protezione, offrendo loro anche un approccio concreto alle nuove leggi.

Il corso di aggiornamento è rivolto agli RSPP di qualunque settore, senza nessuna esclusione, ed è obbligatorio, per cui non è possibile evitarlo.

D’altra parte, è, invece possibile, scegliere il modo in cui seguirlo: il corso è erogato prevalentemente in modalità e-learning, con lezioni online, ed è possibile, eventualmente scaricare le dispense per adeguarne la frequenza alle proprie tempistiche.

Ciascun corso di aggiornamento RSPP rilascia un attestato di partecipazione che potrà poi essere esibito in sede di lavoro.

Come dicevamo, la modalità del corso è online, quindi l’unico limite che si pone, in questo caso, sono gli orari nei quali si è disponibili a seguire il corso, ci si può quindi comodamente organizzare riguardo i tempi e i modi in cui seguirlo.